top of page

Consigli per la preparazione di una dieta casalinga




Spessissimo i proprietari di cani e gatti mi hanno chiesto delucidazioni su come preparare il pasto una volta formulata la dieta casalinga.

Ho, quindi, pensato di raccogliere un po’ di consigli pratici.

· Materiale

Prima di tutto è indispensabile munirsi di bilancia elettronica da cucina, per intenderci quelle che riescono a misure il grammo, perché la dieta casalinga esige precisione nel rispettare i dosaggi.

Servono pentole, scolapasta, tagliere, posate, ciotole e piccoli contenitori; quest’ultimi ci facilitano il compito quando dobbiamo dosare oli e integratori in polvere. Anche un frullatore può risultare comodo.

Quando gli oli sono riportati in ml, conviene utilizzare una siringa senza ago con cui aspirare direttamente la quantità di liquido richiesta. In questo modo saremo accurati.

Se decidiamo di cucinare più porzioni e poi congelarle, dovremo munirci di sacchettini di plastica ad uso alimentare o di contenitori con coperchio.

· Qualche dritta

Quando usate un recipiente per raccogliere l’alimento, ricordatevi di tarare a zero la bilancia mettendoci sopra il contenitore vuoto prima di iniziare la pesata.

Controllate se chi vi ha preparato la lista degli ingredienti da utilizzare si riferisce al peso da crudo o da cotto: il risultato finale cambia!

L’altro consiglio che di è di non mettersi a cucinare tutti i giorni per il nostro cane/gatto, ma di farlo ogni 7- 15 giorni e di congelare le porzioni: in questo modo si riesce a ridurre tempo e fatica. Come fare in pratica? Faccio un esempio: se la dieta prevede 100 gr di carne (pesata a crudo) al giorno e voglio cucinare in modo da avere le porzioni pronte per 10 giorni, devo moltiplicare 100 gr per 10 e otterrò 1000 gr, ossia un kg. Peserò, quindi un kg di carne cruda e lo cucinerò. Una volta cotta e raffreddata, andrò a ripesare la carne per calcolare come suddividerla per fare le porzioni. Se, per esempio, una volta cotta, la carne peserà 800 gr, dovrò dividere 800 gr per 10 e otterrò 80 gr: questa sarà la quantità da inserire nella porzione giornaliera.

Un consiglio per aumentare l’appetibilità della razione è quello di intiepidire il pasto prima di aggiungere gli oli e gli integratori.

· Ingredienti e cottura

Che tipi di ingredienti possono essere cotti e surgelati? Pasta, riso, patate, carne, pesce e verdura si prestano bene a ciò.

Come vanno cotti? La pasta, le patate, il riso e i cereali in generale devono essere stracotti: in questo modo risultano più digeribili. La pasta, se lunga o grossa, va sminuzzata e le patate devono essere schiacciate bene. Se la buccia della patata non è prevista dalla dieta, vi consiglio di toglierla una volta cotta perché risulterà più facile e veloce.

Il pesce, la carne di maiale e quella degli avicoli (pollo, tacchino, anatra, ecc…) vanno cotti a tutto spessore, mentre la carne bovina o equina possono anche essere solo scottate in superficie, per intenderci “al sangue”. Carne e pesce vengono cotti senza usare oli e senza bruciarli, quindi, in acqua o a vapore. Ricordatevi di togliere le lische e la testa del pesce. Quest’ultimo e la carne, una volta cotti, vanno tagliati in piccoli pezzi, o addirittura frullati, in modo da poterli mescolare bene con gli altri ingredienti, altrimenti rischiamo che il nostro amico a quattro zampe faccia selezione mangiando solo quello che gradisce di più.

Per quanto riguarda la verdura, possiamo cuocerla, schiacciarla o frullarla oppure offrirla cruda, tagliandola molto fina o grattugiandola. Non dimenticatevi, però, in ogni caso di lavarla prima di utilizzarla, regola che vale anche per le patate e la frutta.

Molti cani amano la frutta e accettano di buon grado, per esempio, la fettina di mela come premio, senza doverla cuocere.

Durante la cottura di qualsiasi alimento non vanno aggiunti sale o condimenti.

· Oli e integratori

Per quanto riguarda gli oli e gli integratori, è d’obbligo aggiungerli subito prima di somministrare il pasto e di non sottoporli a congelamento o cottura. Se l’integratore è sotto forma di compresse, queste vanno sbriciolate. Gli oli e gli integratori vanno sempre mescolati molto bene con tutti gli altri ingredienti.

· Da non fare!

Ricordo di non utilizzare aglio, cipolla, uva, avocado e noci di macadamia perché sono tossici per cani e gatti.

Non somministrate mai il cibo direttamente dal frigo perché potrebbe indurre il vomito.

Spero che questi consigli vi possano aiutare.

Buon lavoro!

435 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page