top of page

Cosa fa un veterinario nutrizionista per cani e gatti?



Vi siete mai chiesti cosa fa un veterinario nutrizionista per cani e gatti?

Spesso, al primo contatto per una consulenza alimentare per il loro amico a 4 zampe, i proprietari non sanno come viene impostata una dieta. Qui di seguito spiegherò brevemente come lavoro.


· Il paziente.

Ognuno è unico. Nella valutazione del paziente si considera specie, razza, età, se in crescita o adulto, se vive in casa o all’esterno, quanta attività fisica fa al giorno, possibili malattie attuali e storia clinica passata.

In base al tipo di paziente, i fabbisogni energetici e nutrizionali variano e vanno calcolati a dovere.

· Il motivo della richiesta di aiuto.

Le motivazioni per cui il nutrizionista veterinario viene contattato sono differenti: per esempio, alcuni animali non vogliono più mangiare il pet food e necessitano di una dieta casalinga bilanciata, altri hanno qualche problema di salute che richiede un’alimentazione ad hoc per la corretta gestione.


· Gli accertamenti.

Spesso, chi si rivolge al nutrizionista in caso di malattie/problemi del proprio amico a 4 zampe, ha già degli esami fatti in precedenza, come esami del sangue, delle urine, delle feci, ecografie o altro. A volte questi esami non sono sufficienti per capire completamente la situazione e il medico veterinario nutrizionista può richiedere qualche accertamento in più per inquadrare il problema e formulare la miglior dieta possibile per il paziente.


· Il peso forma.

Per il nutrizionista è fondamentale stimare il peso ideale del proprio paziente. Questo viene fatto tramite la valutazione del BCS (Body Condition Score), che considera la forma del corpo, le sporgenze ossee e la distribuzione del grasso. Un dato molto importante su soggetti che hanno già qualche anno è il peso da giovane adulto, quando, spesso non ci sono patologie ed è anche più difficile che il paziente sia già in sovrappeso. Il peso ideale è fondamentale per fare i calcoli per la dieta, in modo da soddisfare i fabbisogni energetici e nutrizionali del vostro amico a 4 zampe, evitando le carenze, ma anche gli eccessi.


· Cosa mangia o ha mangiato, quanto mangia.

Sapere come viene alimentato attualmente il paziente è molto importante. Per esempio, si può fare una stima delle calorie assunte giornalmente in quel momento. Se c’è la necessità di fare una dieta ad eliminazione (se vuoi saperne di più clicca qui) è fondamentale stilare un’anamnesi alimentare accurata, così da sapere con precisione cosa il cane/gatto ha già mangiato in passato.


· Le preferenze alimentari.

Chiedo sempre al proprietario cosa preferisce mangiare il suo cane/gatto.

Per esempio, alcuni animali non amano per nulla il pesce ed è importante saperlo perché, poi, la dieta venga seguita. Inoltre, è fondamentale sapere se c’è qualche alimento che in passato ha dato reazioni avverse (come vomito, diarrea, ecc. …) dopo l’assunzione per evirare di inserirlo nel piano nutrizionale.


· La dieta.

La formulazione della dieta casalinga o la ricerca di un alimento commerciale adatto al paziente viene fatta in base ai dati raccolti. Se la situazione lo permette, mi piace dare anche qualche variazione di gusto. La variabilità alimentare è sempre preferibile da un punto di vista nutrizionale, oltre che ad essere utile per stimolare l’appetito in alcuni soggetti.


· I controlli.

Nel primo mese di dieta chiedo a tutti i proprietari di pesare settimanalmente il loro amico a 4 zampe così da valutare il corretto fabbisogno energetico, che, inizialmente, viene calcolato in base a delle formule matematiche. Però, ognuno è diverso e, quindi, anche le calorie necessarie sono differenti per ciascuno. Anche per pazienti che fanno programmi di dimagrimento, in crescita e in alcuni piani alimentari, ci si sente settimanalmente per tenere sotto controllo il peso e i sintomi. In caso di cani/gatti con patologie specifiche, la visita di controllo potrà prevedere anche degli esami specifici.


Spero di aver fatto un po’ di luce sul lavoro del nutrizionista e di come per ciascun paziente la dieta venga personalizzata.

92 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page