top of page

Guida all’utilizzo di premi e snack per cani e gatti.



Snack, premi e premietti vari sono ormai diventati parte integrante della dieta di cani e gatti.

Infatti, questi prodotti ritornano utili per diversi scopi come addestramento, passatempo, pulizia dei denti o semplicemente perché ci piace dare al nostro amico a quattro zampe qualcosa che gli piace particolarmente. Ma cosa si può utilizzare come snack, in quale modo e in che quantità?

Ecco qualche dritta.


· Snack commerciali

Qui c’è veramente l’imbarazzo della scelta: biscotti, bastoncini, prodotti per l’igiene dentale, strisce, paste, bevande sono solo alcuni esempi. Bisogna ricordarsi che fanno parte dei mangimi “complementari”, ossia non sono adatti ad essere utilizzati come unico cibo per l’alimentazione quotidiana, che invece, necessiterà di utilizzare un prodotto “completo”, ossia in grado di soddisfare tutti i fabbisogni nutrizionali del nostro cane/gatto.


· Snack casalinghi

Possiamo usare come snack alcuni prodotti che abbiamo già in casa per la nostra alimentazione.

Spesso consiglio la frutta per i cani perché in molti casi risulta gradita.

Ricordo che va lavata molto bene, privata di nocciolo e, eventualmente, sbucciata. Quindi, va tagliata in pezzettini. Alcuni esempi possono essere mela, pera, banana, pesca e melone. Questa tipologia di premio ha il grosso vantaggio di essere ipocalorica e, perciò, particolarmente adatta nei soggetti in fase di dimagrimento o che devono stare attenti alla linea (per saperne di più clicca qui). Ci sono dei frutti che, però, risultano tossici e non vanno MAI somministrati: uva, uvetta, noci di macadamia e avocado.


· Quantità

Attenzione a non esagerare con le quantità. In un animale sano, senza problemi di peso, è bene non superare il 10% del totale delle calorie giornaliere. A volte questi calcoli non sono facili perchè le etichette del pet food non riportano il contenuto in energia. Nel dubbio è bene chiedere consiglio a un veterinario con competenze in nutrizione (se hai bisogno d’aiuto clicca qui).

Comunque, un primo punto di partenza è quello di seguire le istruzioni del produttore e di non associare troppi premi durante la giornata. Infatti, non è raro che qualche cane/gatto mangi talmente tanti snack durante il giorno da avanzare buona parte delle crocchette senza avere cali di peso, anzi. Questo significa che si è esagerato. Quindi, meglio usare un solo prodotto come premio giornaliero perché, così, è più facile controllare le effettive quantità. Nulla vieta, ogni tanto, di cambiare tipologia di snack se vogliamo variare il gusto.


· Esigenze particolari

A volte i nostri amici pelosi non sono in perfetta salute e anche il premio va studiato ad hoc.

Per animali con intolleranze/allergie alimentari, in commercio si possono trovare premi ipoallergenici oppure sarà il veterinario nutrizionista a dare indicazioni su come preparare uno snack utilizzando ingredienti che non diano problemi al nostro amico a quattro zampe.

Invece, nel caso in cui il nostro cane/gatto sia cardiopatico c’è la necessità di scegliere uno premio a basso contenuto di sale.

Oppure, in animali con insufficienza renale cronica, bisognerà stare attenti all’apporto di proteine.

In caso di malattia, quindi, chiedete consiglio al veterinario su cosa utilizzare come snack.


Spero che queste informazioni vi siano state utili!

163 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page